The Oblates’ World Congress: a Week in Saint Benedict’s Footsteps.

The Oblates’ World Congress  will start today in Rome, and on October 9th, many oblates from around the world are going to spend the entire day in the Abbey of Montecassino, as usual. They will arrive in the morning and will leave in the afternoon after Vespers.

We have therefore thought to share some information with you about their origins and about their role in the Benedictine family.

In book II of the Dialogues of Gregory the Great, dealing with the life of Saint Benedict, we can read of how it was a habit for wealthy families to send their children to the monastery and to Saint Benedict  to live following his teachings.

According to article 2 of the Statute of Italian Benedictine Oblates which was finally approved in the year 2000, the Benedictine oblate “is a lay or clergy Christian man or woman, who, leading a normal way of life, acknowledges and accepts God’s gift and His call to serve Him in conformity to the potentialities of baptismal consecration and to the needs of his/ her social status. Oblates donate their own being to God with oblation, infusing the values of the Holy Rule according to the spiritual monastic traditions into their paths of faith.”

As we have just read, Oblates are men and women living outside the monastery, but devoting their lives to God and to the Rule of Saint Benedict. They observe a lifestyle of prayer, obedience and work and they can be an example to others in everyday life. They generally are in contact with the monastic community, and participate the religious life of the monastery they belong to.

For further information and details about the Congress and the event in Montecassino Abbey, please go to http://www.benedictine-oblates.org/index-it.php.

MC

Il Congresso Mondiale degli Oblati: Una settimana sulle orme di San Benedetto.

Ha inizio oggi a Roma il Congresso Mondiale degli Oblati. Il giorno 9 Ottobre molti oblati, provenienti da tutto il mondo, dedicheranno una intera giornata all’Abbazia di Montecassino, come di consueto. Arriveranno tutti assieme qui nella mattinata e ripartiranno dopo i Vespri.

Per questo oggi abbiamo pensato di condividere alcune informazioni sulla loro nascita e sul ruolo degli oblati all’interno della famiglia benedettina.

Già nella vita di San Benedetto, raccontata nel secondo libro dei Dialogi di Gregorio Magno, è riportato come alcuni giovani figli di patrizi romani venissero accompagnati al monastero da San Benedetto perché crescessero seguendo i suoi insegnamenti.

L’art.2 dello Statuto degli oblati benedettini secolari italiani, approvato definitivamente nell’anno 2000 recita così:  “L’oblato benedettino secolare è il cristiano, uomo o donna, laico o chierico che, vivendo nel proprio ambiente familiare e sociale, riconosce e accoglie il dono di Dio e la sua chiamata a servirlo, secondo le potenzialità ed esigenze della consacrazione battesimale e del proprio stato; si offre a Dio con l’oblazione, ispirando il proprio cammino di fede ai valori della S. Regola e della Tradizione spirituale monastica”.

Gli Oblati, quindi, sono persone che vivono al di fuori del monastero, ma che consegnano le loro vite a Dio e alla Regola di San Benedetto. Vivono seguendo la preghiera, l’obbedienza e il lavoro e portano il loro esempio nella vita di tutti i giorni. Generalmente sono a stretto contatto con la comunità monastica di riferimento e partecipano alla vita religiosa del monastero.

Per avere informazioni sul programma della loro visita a Montecassino e a Roma, seguite questo link http://www.benedictine-oblates.org/index-it.php.

MC

 

Leave a Reply